fstab e installazione partizioni

Come dice la pagina del Wiki di Ubuntu http://wiki.ubuntu-it.org/AmministrazioneSistema/Fstab:

"Il file di configurazione /etc/fstab contiene le informazioni necessarie al montaggio delle periferiche di memorizzazione del sistema. Tale file viene letto all'avvio del sistema e può essere modificato solo dall'utente root."

Quindi è questo il file che deve essere modificato per obbligare Ubuntu ad installare i dischi al momento dell'avvio.

E' possibile visualizzare il file fstab con il comando sudo catc /etc/fstab:

Il risultato nel caso della mia versione è:

alessandro@alessandro-desktop:~$ sudo cat /etc/fstab
[sudo] password for alessandro: 
# /etc/fstab: static file system information.
#
# Use 'vol_id --uuid' to print the universally unique identifier for a
# device; this may be used with UUID= as a more robust way to name devices
# that works even if disks are added and removed. See fstab(5).
#
# <file system> <mount point>   <type>  <options>       <dump>  <pass>
proc            /proc           proc    defaults        0       0
# / was on /dev/sda6 during installation
UUID=3ac81af7-1a5a-4320-85eb-406c65fe2345 /               ext3    relatime,errors=remount-ro 0       1
# swap was on /dev/sda7 during installation
UUID=8125e1c2-22c8-4d6c-8f1c-70de718c26d9 none            swap    sw              0       0
/dev/scd0       /media/cdrom0   udf,iso9660 user,noauto,exec,utf8 0       0
#/dev/fd0        /media/floppy0  auto    rw,user,noauto,exec,utf8 0       0
/dev/sda1     /media/sistema ntfs-3g silent,umask=0   0  0
/dev/sda5     /media/lavoro ntfs-3g silent,umask=0   0  0
/dev/sdb1     /media/archivio1 ntfs-3g silent,umask=0   0  0
/dev/sdc1     /media/archivio2 ntfs-3g silent,umask=0   0  0
alessandro@alessandro-desktop:~$

Ovviamente versioni di altri computer saranno differenti.

Ricordo che Linux vede i supporti di memorizzazione come directory e quindi diversamente da Windows, e che queste directory sono tutte situate a valle della directory "root" che costituisce la "radice" dell'albero delle directory.
Comunque dopo un serie di commenti (quelli preceduti dal carattere # "cancelletto" il file riporta una serie di istruzioni per permettere l'installazione delle periferiche. Queste istruzioni sono organizzate in sei campi e cioè (riporto dalla guida di Ubuntu):

file system - indica il dispositivo contenente il file system

mount point - indica la directory (o mount point) dalla quale sarà possibile accedere al contenuto del dispositivo (per la swap non è richiesto il mount point)

type - tipo di file system (p.es. Ext3 o Ext4 per Linux, Fat32 oNTFS per Windows)

options - opzioni di accesso al dispositivo (comando mount). Per queste è nesessario un discorso più articolato che sviluppero nel seguito.

dump - attiva/disattiva il backup del filesystem (comando dump). Questa opzione è obsoleta.

pass - attiva/disattiva il controllo di coerenza del disco (comando fsck)

si può notare che in alcuni casi al posto di /dev/sxy dove x sta per a, b, c, ecc. e Y per 1, 2, ecc. compare una sigla UIID seguita da un uguale e da una stringa alfanumerica, questo è un altro modo di identificare la partizione (UUID significa Universally Unified IDentifier). Il suo uso alternativo a /dev/sxy è consigliato per eliminare eventuali conflitti dovuti a omonimie delle partizioni.

Come detto la prima voce è il file system e riga per riga definisce il supporto utilizzato.

Segue il punto di mount che come detto è la dyrectory ca cui sarà attaccata la partizione e che riporta il suo contenuto. Nel caso delle partizioni relative ai diversi dischi rigidi fisicamente presenti sul computer queste in genere sono installate sotto /media assieme al floppy se presente e al CDrom. La sua posizione di mount sarà dunque /media/"nome partizione". Nel mio caso il nome della partizione è quello assegnatogli all'installazione di Windows e cioe "Lavoro", "Sistema", ecc.

Il tipo di file system è gia stato descritto, come pure le ultime due istruzioni e cioè dump e pass, non resta dunque spiegare il campo option. Si tratta di un campo importante che definisce, fra le altre cose, i permessi per accedere alla partizione. Questi sono definiti allo stesso modo dei file e cioè r, w, x (scrittura, lettura e attraversamento, si veda chmod) tramite l'istruzione umask=x dove x è un numero tra 0 e 7 (nel mio caso 0 in ottale = vuol dire tutto permesso). Si veda la voce enciclopedica umask su Wikipedia per gli altri permessi. Oltre a questa l'opzione "silent" ordina di non fare niente su chmod e chown ma non ritornare segnali di errore.

Link utili:
http://linux.die.net/man/8/mount.ntfs-3g per le opzioni come "silent" ecc.
http://it.wikipedia.org/wiki/Umask per la descrizione du umask
http://it.wikipedia.org/wiki/Fstab, e http://wiki.ubuntu-it.org/AmministrazioneSistema/Fstab?action=show&redirect=Fstab per fstab

Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-Share Alike 2.5 License.