Grub2

Grub2 è il bootloader di default delle distribuzioni più recenti, successore dell'attuale GRUB ( che gli sviluppatori ora hanno rinominato GRUB Legacy) .
Le features principali sono:

  • Supporto di file system ext4
  • Maggiori possibilità di personalizzazione
  • Maggiore compatibilità con altri bootloader (Mac)
  • Rilevazione automatica di altri sistemi installati (GRUB,LILO,Windows,ecc…)

Come funziona

Il funzionamento è molto più complesso e modulare rispetto alla precedente versione.
Il file di configurazione risiede sempre in

/boot/grub

Ma non deve essere modificato , viene generato automaticamente da gli scripts contenuti in
/etc/grub.d

Tali scripts sono ordinati numericamente per ordine di esecuzione.
Il vero file di configurazione è
/etc/default/grub

Utilizzo

Per creare un nuovo file di configurazione si modifica

/etc/default/grub

GRUB_DEFAULT=0       //sistema che viene avviato di default , da 0 a n-1//
#GRUB_HIDDEN_TIMEOUT=0    //dato chè è commentato (#) viene mostrato il menu all'avvio//
GRUB_HIDDEN_TIMEOUT_QUIET=true    //il menu non è nascosto  dunque questa opzione non viene considerata//
GRUB_TIMEOUT="5"    //tempo di attesa prima di fare il boot del sistema//
GRUB_DISTRIBUTOR=`lsb_release -i -s 2> /dev/null || echo Debian`
GRUB_CMDLINE_LINUX_DEFAULT="quiet splash" //opzioni di avvio//
GRUB_CMDLINE_LINUX=""

# Uncomment to disable graphical terminal (grub-pc only)
#GRUB_TERMINAL=console

# The resolution used on graphical terminal
# note that you can use only modes which your graphic card supports via VBE
# you can see them in real GRUB with the command `vbeinfo'
#GRUB_GFXMODE=640x480    //per impostare un'altra risoluzione decommentare//

# Uncomment if you don't want GRUB to pass "root=UUID=xxx" parameter to Linux
#GRUB_DISABLE_LINUX_UUID=true        //per utilizzare la dicitura /dev/sdx al posto dell'UUID//

# Uncomment to disable generation of recovery mode menu entrys
#GRUB_DISABLE_LINUX_RECOVERY="true"    //per diattivare i kernel recovery//

e si usa il seguente comando

sudo update-grub

per aggiornare il file /boot/grub/grub.cfg

fare delle prove

Prima di modificare il file di configurazione generale di grub conviene fare delle prove sul file di configurazione secondario

sudo chmod a+w /boot/grub/grub.cfg
sudo $TUO_EDITOR  /boot/grub/grub.cfg
# potrebbe essere diverso da /dev/sda nel tuo caso
sudo grub-install /dev/sda

Personalizzare il menu in Ubuntu 10.04

Per personalizzare il tema di grub necessario modificare lo script di configurazione 05_debian_theme

sudo gedit /etc/grub.d/05_debian_theme

è sufficiente modificare queste righe

  WALLPAPER="/home/ema/Pictures/solar.png"
  COLOR_NORMAL="black/black"
  COLOR_HIGHLIGHT="blue/black"

lo sfondo a differenza della precedente versione può essere una foto in formato png , tga o jpg
dopo le modifiche si deve rigenerare il file di configurazione.

Installare altri sistemi

Per installare altri sistemi linux senza intaccare grub è necessario fare attezione durante l'installazione del sistema.

Se installiamo il nuovo sistema su /dev/sda2 quando viene chiesto dove installare il bootloader dobbiamo mettere /dev/sda2 al posto di /dev/sda (MBR) , così facendo al riavvio parte grub e il sistema nuovo non apparirà ancora ma basta digitare il solito sudo update-grub che grub rileverà il nuovo sistema e aggiornerà il menu.

Note

Personalizzare il tema di grub su altre distrubuzioni può essere leggermente diverso.
Per avere un tema ancora più bello ed animato prova BURG.
Non è possibile installare Window$ senza intaccare grub.
Ogni volta che si installa un nuovo kernel il sistema esegue automaticamente il comando update-grub.

Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-Share Alike 2.5 License.