Statuto (Modifiche)

FORMALI

Ortografiche

  • I termini "socio", "consigliere", "viceconsigliere", "probiviro", i loro plurarli, "associazione", "consiglio" e "assemblea" sono da scriversi con la lettera maiuscola quando si riferiscono al LUGGe.
  • I termini "straordinaria" e "ordinaria" sono da scriversi con la lettera maiuscola quando si riferiscono all'Assemblea.
  • I termini "fondatore", "onorario", "sostenitore" e "ordinario" sono da scriversi con la lettera maiuscola quando si riferiscono all'Assemblea.
  • Le lettere "i" con accento circonflesso sono sostituite da lettere "i" normali.

Terminologiche

  • Il termine "consiglio" quando si riferisce all'Associazione deve essere sempre indicato come "Consiglio Direttivo".
  • Il termine "organi sociali" deve essere sostituito dal termine "Organi dell'Associazione".
  • Ovunque compaia una cifra non riferibile al numero di un articolo essa va scritta in numero e fra parentesi tonde in lettere.
  • Ovunque compaia una cifra riferita al numero di un articolo essa deve essere scevra da parrentesi tonde.
  • Quando si fa riferimento a regolamenti interni si dica "eventuale Regolamento Interno".
  • Quando si fa riferimento al "presidente del consiglio" si intende il "Presidente".
  • Quando si fa riferimento all'"Assemblea dei Soci" si intende semplicemente "Assemblea" così come definita nello statuto.
  • Si sostituisca la locuzione "Organi sociali preposti a … " si indichi espressamente la carica designata o in assenza di una specificatamente designata si indichi il Consiglio Direttivo.

Spostamenti

  • All'art.13 il periodo "I versamenti … non saranno rimborsati" viene spostato dopo il primo periodo perchè è a quello che si riferisce.
  • All'art.13 il periodo "Sono ritenute aggravanti … vigente" deve essere spostato dopo la lettera c) dello stesso articolo perchè a quella lista si riferisce.
  • All'art.28 il periodo "I consiglieri svolgono … titolo gratuito" viene spostato in fondo all'art.24 perchè a quell'articolo è più consono.

Linguistiche

  • All'art.1 sul primo periodo sostituire "(d'ora in poi … Associazione)." con ", d'ora in poi … Associazione." per eliminare l'uso delle parentesi.
  • All'art.4 dove dice "Sarà l'Assemblea a decidere i fruitori …" inserire "Sarà l'Assemblea che ha deliberato l'estinzione a decidere i fruitori …" evidentemente perchè quella è l'ultima assemblea valida ma vale la pena esplicitarlo.
  • Agli art.10, 15 e 16 l'uso di espressioni come "contro un socio" o "ai danni di un socio" vanno sostituite con locuzioni più neutre infatti l'associazione non opera contro e/o ai danni dei soci ma per il bene collettivo. Talune volte il bene collettivo non è allineato con il bene individuale e soggettivo.
  • All'art.11 sul primo periodo sostituire "(le successive … rinnovi)." con "giacchè le successive … rinnovi." per eliminare l'uso delle parentesi.
  • All'art.15 sostituire "Il socio esclusione non potrà …" con "Il socio escluso non potrà …"
  • All'art.25 sostituire "… candidati alla presidenza non eletti." con "… candidati alla presidenza non ancora eletti." per il vicepresidente non c'è differenza ma poichè le elezioni del presidente/vicepresidente vengono prese ad esempio per le altre cariche e considerato quanto spiegato nell'art.26 aggiungere la parola "ancora" anticipa il concetto espresso nel dettagli dall'art.26.
  • All'art.27 sostiuire "… o morte da parte di consiglieri …" con "… o morte di un Consigliere …", il plurale segue per analogia.
  • All'art.28 il titolo è cambiato in "Presidente e Vicepresidente"
  • All'art.29 il titolo è cambiato in "Segretario e Vicesegretario"
  • All'art.30 il titolo è cambiato in "Tesoriere e Vicetesoriere"

SOSTANZIALI

Semplificazioni e riduzioni

  • All'art.17 dove si dice "riportare la data della firma e i dati anagrafici (nome e cognome) e sociali (n. di tessera sociale) del Socio delegato e del Socio delegante." si rimuove la necessità di indicare i dati sociali del delegante e delegato in quanto tali dati sono già in possesso dell'Associazione "riportare la data della firma, nome e cognome del Socio delegato e del Socio delegante".
  • All'art.20 il primo periodo "L'Assemblea Ordinaria o Straordinaria è convocata previa delibera del Consiglio Direttivo." viene rimosso in quanto già gli artt.18 e 19 stabiliscono quali sono le convocazioni possibili. Questo vincolo della delibera consigliare è superfluo e ostruzionista. Quando invece la delibera risultase utile per accordarsi su luogo, data e ora nulla vieta di deliberare l'accordo su questi dettagli. Però l'art. 20 già specifica come viene fatta la convocazione e quindi l'obbligo di adempiere all'annuncio e di stabilire i dettagli spetta a coloro che la convocano l'assemblea (presidente, consiglio oppure maggioranza dei soci).
  • All'art.34 il periodo "La stesura del bilancio consuntivo è compito di un dottore commercialista esterno all'Associazione presso il quale il Consiglio di Amministrazione si appoggia per la regolare gestione economica." viene sostituito con "La stesura del bilancio consuntivo è compito del Tesoriere oppure di un commercialista esterno all'Associazione incaricato dal Consiglio Direttivo." al fine di rimuovere l'obbligo di servirsi di un dottore commercialista. Questo implica che nel seguito dell'articolo la locuzione "… remunerazione di un ulteriore dottore commercialista …" deve essere modificata in "… remunerazione di un dottore commercialista …".
  • All'art.34 si propone di cambiare il termine "dottote commercialista" in "ragioniere o commercialista" e "sopra citato dottore commercialista" in "sopra citato contabile".
  • All'art.35 la seguente "… verbalizzate dal Segretario o, in sua assenza, dal consigliere più anziano di età anagrafica." si sostituisce con "verbalizzate per iscritto." perchè si suppone che chi lo faccia è irrilevante dal punto di vista della validità della delibera sottoscritta.
  • L'art.39 è una vestigia dell'atto di fondazione che comunque esiste a prescindere dallo statuo quindi può essere ridotto cosi "Per l'anno 2009 la quota associativa è stabilita nella misura di 31,- (trentuno/-) euro. Per tutto quanto non stabilito dal presente statuto si osservano le disposizioni del codice civile." — la quota per l'anno 2009 conviene metterla come riferimento per il futuro considerato che l'art.33 stabilisce il limite di aumento e diminuzione della quota sociale.

Equipollenze

  • All'art.17 dopo i primi due periodi inserire la seguente: "La delega che sia inviata per mezzo telematico deve essere controfirmata da due testimoni, oltre al delegato, che abbiano ricevuto copia telematica della sopracitata delega." — di fatto si inserisce a statuto una pratica ormai consolidata per avvalorare le deleghe date per mail, in particolare, quelle deleghe che sono date per m-list pubblica o privata.
  • All'art.20 l'avviso appeso in bacheca sociale viene esplicitamente equiparato alla prima pagina del sito "web" dell'associazione e si introduce l'equivalenza fra posta elettronica e lettera sostituendo "La convocazione avviene mediante avviso affisso presso le sede sociale e mediante posta elettronica indirizzata ai singoli Soci; e, se del caso, tramite lettera ai singoli Soci." con "La convocazione avviene mediante avviso affisso presso le sede sociale oppure sulla prima pagina del sito "web" dell'Associazione e mediante posta elettronica oppure lettera indirizzata ai singoli Soci."
  • All'art.21 la "presenza" è soostituita con "rappresentanza" di fatto equiparando le deleghe alla presenza fisica così come consuetudine vuole. Già l'art.21 poneva questa equipollenza fra parentesi ma solo quando parlava dell'Assemblea Straordinaria. L'Assemblea Straordinaria è quella che ha i parametri più stringenti eppure accetta la rappresentanza come equipollenza della presenza fisica. Quindi è ragionevole esplicitare questa equipollenza, uniformare il metro e sostenere la consuetudine.
  • Supponendo approvata la semplificazione dell'art.35 si aggiunge in fondo all'art.36 "Se entro 15 (quindici) giorni dalla data della decisione presa attraverso Orientamento Telematico almeno la metà dei Consiglieri firma il verbale da esso scaturito allora esso avrà effetto deliberante a tutti gli effetti." ammettendo la consuetudine che una decisione presa poi venga ratificata per iscritto senza ulteriori discussioni dal numero minimo di consiglieri che comunque se si radunassero avrebbero la facoltà di convocare un consiglio valido e deliberante.

Generalizzazioni e accorpamenti

  • Previa approvazione dell'integrazione all'art.31 sulla removibilità dell'Economo è possibile generalizzare il concetto aggiungendo in fondo all'art.27 la seguente. "Qualsiasi Consigliere, incluso il Presidente, può essere rimosso su delibera a maggioranza qualificata dell'Assemblea. In tale caso, rimarrà in carica “ad interim” fino alla nomina del sostituto. La rimozione o dimissione di un Consigliere comporta l'automatica rimozione del Viceconsigliere relativo." e rimuovendo dagli artt.28,29,30 e 31 i relativi periodi. Ne consegue che il titolo dell'art.27 viene cambiato in "Rimozione e sostituzione di un Consigliere".
  • All'art.29 viene detto "Il Consiglio Direttivo ha la facoltà di creare appositi comitati operativi, allo scopo di meglio organizzare ed articolare le attività dell'Associazione. Non è necessario che il personale operativo di questi comitati sia composto solo da Consiglieri." mentre all'art.33 viene riportato un concetto simile ma non identico "Il Consiglio Direttivo predisporrà appositi comitati (con particolare riferimento, ma non limitatamente, agli aspetti didattico, promozionale, logistico, editoriale) che seguiranno i varî aspetti organizzativi ed esecutivi dei settori di loro competenza." quindi è ragionevole rimuovere il periodo nell'art.29 e accorparlo in quello dell'art.33 così "Il Consiglio Direttivo ha la facoltà di creare appositi comitati operativi, allo scopo di meglio organizzare ed articolare le attività dell'Associazione con particolare riferimento, ma non limitatamente, agli aspetti didattico, promozionale e logistico che seguiranno i vari aspetti organizzativi ed esecutivi dei settori di loro competenza. Non è necessario che il personale operativo di questi comitati sia composto da Consiglieri." — Come si nota l'esplicito esempio dell'editoria è stato rimosso in seguito alla tendenza sempre più accentuata a considerare il web come un tipo di editoria (concetto contrario alle libertà digitali).

Aggiunte e integrazioni

  • All'art.27 si aggiunge in fondo "Se il Segretario, Tesoriere e l'Economo si dimettono o vengono rimossi allora anche il Presidente è automaticamente rimosso. Entro 30 (trenta) giorni dalla morte, dalle dimissioni o dalla rimozione del Presidente il Consiglio Direttivo dovrà essere rieletto per intero." — Infatti se tutte e tre le cariche si dimettono allora anche i Vice sono dimessi quindi rimangono il Presidente e il Vicepresidente. Però il Vicepresidente è stato eletto dall'Assemblea su eventuale suggerimento del Presidente ed esso decade se decade il Presidente. Quindi se tutte le cariche eccetto il Presidente si dimettono è giusto che ci sia l'automatica rimozione anche del Presidente quindi decade il Vicepresidente. Quindi si fanno le elezioni. In questo modo la rimozione del Presidente oltre che per voto di maggioranza qualificata dell'Assemblea avviene anche se esso ha un conflitto forte con le cariche principali del consiglio. Per compensare questo potere dato a tre consiglieri si stabilisce che le dimissioni del presidente indicano nuove elezioni come già suggerito dall'art.18 il quale stabilisce che entro 30 giorni dalle dimissioni anticipate si costituisce l'assemblea ordinaria che fra i vari compiti ha, al punto b), quello di elggere il consiglio direttivo.
  • All'art.31 si aggiunge in fondo all'articolo "L'Economo può essere rimosso su delibera a maggioranza qualificata della Assemblea Ordinaria. In tale caso, rimarrà in carica “ad interim” fino alla nomina del sostituto." analogamente a quanto già detto per gli altri consiglieri.
  • Si parla di regolamenti interni negli artt.11,12,29 e 37. In particolare nell'art.37 si dice che è il Consiglio Direttivo a deliberare questo regolamento. Appare però frammentata questa modalità di esposizione quindi pare raggionevole aggiungere nell'art.33, subito dopo ai comitati operativi, quanto segue "Il Consiglio Direttivo ha la facoltà di deliberare un Regolamento Interno per regolamentare quelle condotte e/o attività che non siano state regolamentate dal presente Statuto oppure per le quali è opportuna o richiesta una norma integrativa e/o attuativa. Il Regolamento Interno deve essere disponibile ai Soci per libera consultazione. L'Assemblea ha la facoltà di abrogare il Regolamento Interno in parte o in toto." — L'abrogazione del Regolamento Interno da parte dell'Assemblea è esplicitazione del principio dato dall'art.7 per cui l'Assemblea è l'organo sovrano. Il fatto che non possa modificarlo ma solo abrogarlo è dovuto al fatto che l'Assemblea elegge direttamente il consiglio direttivo che per sua definizione deve occuparsi di stabilire questi regolamenti.
  • Supponendo approvata la semplificazione dell'art.35 si aggiunge all'ultimo periodo dello stesso articolo "[… verbalizzate per iscritto] e pubblicate nella bacheca della sede sociale oppure sul sito "web" dell'Associazione oppure inviate per posta elettronica o lettera ai singoli Soci."
  • L'art.38 si modifica in maniera tale che il quinto elemento del collegio dei probiviri possa essere scelto anche al di fuori dell'associazione aggiungendo fra l'elecazione del quarto e il quinto membro "Infine l'ultimo membro può essere scelto fra i Soci dotati di elettorato passivo oppure esternamente all'associazione fra persone che per prestigio, competenza, professione o ruolo sociale abbiano l'autorevolezza necessaria a dirimere la questione secondo legge, Statuto e convenzioni sociali: - il quinto è designato di comune accordo dai precedenti quattro e presiede al Collegio dei Probiviri." il che impone di cambiare "… si aggiungono altri tre membri, …" in "… si aggiungono altri due membri, …" della frase prima del secondo elenco.
Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-Share Alike 2.5 License.